SISAS, Roseto espugna il Pellini

SISAS PALLACANESTRO PERUGIA 36 – PANTHERS ROSETO 51 (11-13; 10-14; 9-11; 6-13)
SISAS PALLACANESTRO PERUGIA: Riccioni, Cenci n.e., Brugnoni n.e., Bigini, Cardinali 2, Paolocci 17, Iaconi, Aquinardi 2, Meucci, Zucchini 12, Manganello 3, Tomassini n.e.. All. Francesco Posti

PANTHERS ROSETO: Pasqualin 8, Di Lizio n.e., Mascitti 15, Mauri 6, Di Giandomenico 2, Pineto, Marini 4, Cestaro 2, Jepson 5, Pallotta 2, D’Angelo 7, Di Giacopo,. All. Franco Ghilardi
ARBITRI: SILVI E MEDEI DI TERNI
Prima giornata del campionato di serie B femminile e prima sconfitta per la SISAS Pallacanestro Perugia contro le abruzzesi delle Panthers Roseto.

Partita giocata sul filo dell’equilibrio per 35 minuti con le ospiti sempre a condurre con un margine minimo prima che le perugine gettassero la spugna negli ultimi minuti perdendo con un divario eccessivo rispetto a quanto visto in campo.

Condizionante per il risultato finale le percentuali precarie delle ragazze di Coach Posti: 9 su 52 da 2 punti; 2 su 14 da 3 punti. Percentuali che hanno condizionato eccessivamente l’aspetto mentale delle ragazze biancorosse che nonostante un’ottima prova a livello di scelte e letture vedevano il canestro come un’utopia.

Sentiamo le parole a fine gara del Coach perugino Francesco Posti: “io faccio i complimenti alle ragazze per come hanno giocato. Sicuramente potevamo spingere un po’ di più nel ritmo in attacco, ma le percentuali al tiro ci hanno ammazzato a livello psicologico. Quando arrivi almeno 30 volte all’anello da sola e non riesci mai a fare canestro, dopo un po’ ti vengono a mancare le energie mentali che in partite come queste sono fondamentali. Però ripeto, sono contentissimo di come abbiamo giocato; si vede che siamo una squadra e che abbiamo dato tutto facendo tutte scelte giuste, poi questo sport si chiama palla-a-canestro….e se non le metti dentro non vinci mai. Però veramente brave tutte. Finisco con i complimenti a Roseto, squadra veramente costante per tutta la partita e che ha avuto le lucidità di rimandarci sempre indietro tutte le volte che siamo arrivati a ridosso nel punteggio. Ora abbiamo subito un turno di riposo prima di andare ad affrontare Pesaro che ha battuto Pescara di una decina di punti. Quindi ci aspetta una partita proibitiva, ma se continuiamo ad allenarci così e a prendere fiducia ci toglieremo delle soddisfazioni”

Lascia un commento